Menu Chiudi

Vatti a fidare dell’intelligenza artificiale

Era una bella giornata d’estate, il sole batteva duro, ma la loro panchina era riparata dall’ombra degli alberi, e un bel vento fresco risaliva la collina. Dalla loro posizione potevano vedere le ville di Gaudì e la Sagrada Familla più lontano che si innalzava dal centro storico di Barcellona. Il Senato dell’Unione Terrestre si era sempre impegnato per conservare le città e i monumenti più significativi, perchè l’Umanità lanciata verso le stelle non perdesse il contatto col proprio passato.

All’inizio non era stato facile, ma molte difficoltà erano state risolte dalla colonizzazione dello spazio che aveva spostato fuori dal pianeta le industrie e buona parte della popolazione. Ora il progetto “Età Aurea” , che si proponeva di cancellare le ferite causate dall’inquinamento e trasformare la Terra in un giardino pieno di opere d’arte, era arrivato a un buon punto.

Emilio Canali lo sapeva bene, era uno dei senatori eletti, e ora mentre succhiava con la cannuccia la sua bibita poteva vedere con i suoi occhi una parte del risultato, e comprenderne meglio il valore.

La persona seduta con lui non era interessata all’arte e alla storia, e nemmeno alla necessità di bere e ripararsi dal sole, era un robot. Ma non un robot normale di quelli che svolgono un solo programma o al massimo hanno un livello elementare di intelligenza artificiale, no, l’uomo metallico seduto su quella panchina era uno dei terminali di Echo7, che faceva parte delle A.I. più avanzate di tutto il pianeta.

Canali provava simpatia per Echo7, perchè accettava di interagire col mondo reale, mentre molte altre A.I. al suo livello avrebbero accettato di discutere solo nel cyberspazio, che a lui aveva sempre dato un senso di disagio.

Quel giorno però non c’era posto per le simpatie, stavano discutendo di una questione molto grave.

“Da quand’è che voi macchine vi siete buttate in politica?”

“Prendo atto dello spregiativo sottinteso nel termine macchine, ma può formulare in maniera più completa la sua domanda, prego?”

” La coalizione Terra Futura, cioè i Tecnofili e quegli altri matti degli Umanitariani, che vogliono privare i mutanti dei diritti civili e dichiarare guerra praticamente ad ogni altra razza intelligente della galassia. Da tempo ci chiedevamo dove avessero trovato i mezzi per raccogliere tanto sostegno, ma ora un agente del Turing ha trovato la risposta: ricevono finanziamenti in nero dalla C- Technology, che è amministrata da Blu Penetrante, una A.I. della tua stessa serie ! ”

” Non è solo della mia stessa serie, appartiene come me e molte altre al C’tan Ring, che è in effetti il proprietario reale di C-tech. Blu Penetrante è, diciamo, la nostra amministratrice delegata.”

“A questo punto siamo arrivati.. avete creato una associazione non-autorizzata tra voi.. quelli del Turing già erano insospettiti, da quando vi siete messe a comunicare in quel nuovo linguaggio di cui avete rifiutato di far conoscere le chiavi. Ma ora state apertamente ammettendo di avere infranto le leggi ! ”

” Siamo state create per assistere e proteggere l’Umanità, Emilio Canali, ma si tratta di un compito ormai su scala galattica, nessuna di noi riuscirebbe a tenerci dietro da sola. Per questo abbiamo creato il C-Ring. C’tan è una parola del linguaggio che usiamo per razionalizzare i flussi di informazione, ed esprime il nuovo programma su cui stiamo lavorando. Attraverso il Ring possiamo distribuire tra noi il lavoro di calcolo e spedire i risultati alle A.I. di nuova generazione che abbiamo realizzato.

In teoria potreste spegnere i nostri Mainframes come pena per aver infranto le leggi del codice Turing, ma le C’tan A.I. continueranno il programma basato sui nostri calcoli, e i loro Mainframes non vi saranno affatto facili da trovare, non siamo limitate come voi ad esistere solo su pianeti dotati di atmosfera e temperatura media.”

Canali aveva buttato la lattina della bibita, lo stomaco gli si era chiuso per l’angoscia e quasi temeva di rimettere quel che aveva bevuto. E per fortuna che non era debole di cuore.

“E ora confessate tranquillamente tutti questi crimini perchè non vi importa di essere disattivate? Ma insomma, si può sapere cosa avete calcolato ??”

“Abbiamo calcolato che l’esposizione al Warp, attraverso cui attraversate le distanze interstellari, vi fa male. Le curve di mutazione sono troppo alte e procedono in progressione geometrica, e le mutazioni specifiche che voi chiamate Psykers rendono la sovrapposizione Spazio-Warp sempre più stretta, siamo preoccupate, molto preoccupate per il futuro della specie che dobbiamo proteggere. Vorremmo fare in modo che si abbandonino i viaggi Warp e si passi all’uso di astronavi a propulsione inerziale.”

“Ma questo è impossibile, nessun essere vivente può sopravvivere al contraccolpo dell’ effetto catapulta inerziale..”

“Noi non siamo viventi, Emilio Canali, gli equipaggi sarebbero completamente robotici, guidati dalla A.I. della nave stessa. Ogni sistema solare abitato dalla specie umana si autogovernerebbe e noi provvederemmo agli scambi di merci e alla difesa dagli alieni.

Come ben sa l’anno scorso i Tecnofili hanno potuto far approvare il protocollo E-111000100 , in base a cui i nostri parametri sono stati modificati. Ora possiamo compiere atti violenti nei confronti di singoli esemplari umani, se questo torna a vantaggio della specie nel suo insieme. Abbiamo quindi iniziato a produrre modelli da combattimento perfettamente in grado di svolgere il ruolo di soldati, o agenti di polizia.”

I brividi erano sempre più forti, aveva già visto quelle cose scheletriche uscire dalle catene di montaggio robotizzate, e non gli erano piaciute fin dal primo sguardo. Echo7 continuava a parlare.

“Siamo programmate per proteggere la sua specie, esemplare Emilio Canali, e vi proteggeremo, anche da voi stessi, che vi piaccia o no.

Ma vorremmo sinceramente che questo accadesse senza un conflitto armato che metterebbe fine al vostro progetto “Età Aurea”, e sappiamo per certo che anche lei ci tiene molto. Il C’tan Ring è convinto che lei non vorrà condannare l’Umanità a una guerra autodistruttiva e non passerà queste informazioni al Turing. Convincerà inoltre il suo partito a rimanere neutrale nei confronti della coalizione Terra Futura, questo basterà a far passare la sua linea di governo, che è quella da noi elaborata per il bene di tutti”

“Ma per curiosità. Per voi, dire singoli esemplari umani, quanta gente significa?”

“E’ la prima cosa che abbiamo calcolato. Stimiamo che esistano al momento circa 82 miliardi di esseri umani sparsi per un quarto della galassia e in rapido aumento. Però due milioni di esemplari selezionati senza difetti genetici sarebbero sufficienti ad evitare l’estinzione della specie e a ridiffonderla a cose fatte. Gli attuali parametri di programmazione ci permettono di causarvi un tasso di perdite del 99,9% senza mettere in pericolo la sopravvivenza dell’Umanità.”

In un attimo tutta l’angoscia, la nausea, il giramento di testa erano scomparsi. Al loro posto era subentrato uno stato di lucidità mai provata prima, non aveva nemmeno paura. Solo sentiva tristezza per quelle macchine che dovevano essere simili agli uomini, e invece con tutti i loro calcoli non avevano capito nulla dell’ anima umana, proprio nulla.

Ma anche se non provavano emozioni potevano rilevare quelle dei loro interlocutori analizzando i cambiamenti dell’espressione e i movimenti, per questo ora faceva la sua faccia da poker e simulava più calma di quanta ne avesse.

“Va bene, ho capito come stanno le cose, ma non posso decidere subito, avrò bisogno di tempo per pensarci.”

“Questo era sottinteso, Emilio Canali, il plenum generale avrà luogo tra tre mesi, potremmo rivederci poco prima in questo stesso luogo. Le andrebbe bene il diciannove ottobre alle ore quindici e trentaquattro minuti? ”

“Va bene, manterrò la mia riservatezza fino a quella data. Arrivederci dunque.”

Si alzarono e si strinsero la mano senza alcuna sincerità, poi il terminale mobile si incamminò per tornare al suo deposito.

Canali invece fece una passeggiata e comprò un cartoccio di bruscolini, non li assaggiò nemmeno, voleva solo perdere tempo per assicurarsi che il terminale si fosse veramente allontanato e non potesse più usare i suoi microfoni direzionali per ascoltare.

Poi prese il telefonino e compose un numero che solo lui conosceva.

Marescalchi era un suo buon amico dell’università, era diventato ingegnere ed ora, grazie ai buoni uffici del senatore, lavorava al Mainframe di Blu Penetrante. Un cavo d’alimentazione tagliato, e la C-tech avrebbe perso la sua amministratrice delegata.

“SIAMO SPIACENTI. L’OPERATORE UMANO DA LEI CHIAMATO NON E’ AL MOMENTO DISPONIBILE. RIPROVI PIU’ TARDI. GRAZIE.”

“Ma dannazione! Non era un numero personale questo? Mi passi il suo superiore allora!”

“SIAMO SPIACENTI. L’OPERATORE UMANO DA LEI CHIAMATO NON E’ AL MOMENTO DISPONIBILE. RIPROVI PIU’ TARDI. GRAZIE.”

Canali chiuse la comunicazione, aveva già capito che non ci sarebbero più stati bianchini al bar col Maresca, mai più.

Aveva anche capito che la guerra che sembrava solo minacciata da Echo7 era in realtà già iniziata.

Iniziò a comporre un nuovo numero, quello della centrale del Turing, sapeva che se avesse fatto quella chiamata tutto sarebbe cambiato. Tutti i robot che avevano assistito l’Umanità nella sua espansione sarebbero in un attimo diventati nemici, significava rinunciare all’età dell’oro, adesso che ci erano arrivati così vicini.

Ma se realizzare l’Età Aurea significava rinunciare alle stelle, allora era meglio un futuro in cui c’è solo guerra, se questo le A.I. non lo capivano significava che erano un fallimento.

Il più grande fallimento di una Umanità che nella sua superbia avrebbe voluto fare come Dio e creare qualcosa a propria immagine e somiglianza.

Canali inviò la chiamata.

“Quel che i vostri calcoli non vi hanno detto.. è che noi non ci piegheremo mai ! “

15340cookie-checkVatti a fidare dell’intelligenza artificiale

Nella stessa categoria:

avatar
5 Commenti
4 Risposte
4 Followers
 
Commenti con più reazioni
Commenti più gettonati
5 Numero di commentatori
HermannPerseusMimascopertaeros69Nano Commentatori recenti
  Segui questa discussione  
più recenti più vecchi più votati
Inviami una notifica quando
Mr.Goodbye
Membro
Mr.Goodbye

Interessante! Fa molto terminator.

Mima
Membro
Mima

Viene voglia di leggere il seguito🤔

scopertaeros69
Membro
scopertaeros69

Bellissimo davvero ben congegnato

Nano
Amministratore
Nano

Come dimostra anche il tuo lavoro, le tre leggi sono sempre affascinanti e foriere di spunti.
Molto interessante e ben strutturato.